21 maggio 2015 | by la Redazione Marche
Ninel Donini candidata con l’ Idv si impegna anche per una sanità più equa e la grande viabilità.

Presentata dal segretario regionale di Italia dei Valori Ennio Coltrinari, sostenuta dal segretario provinciale Simone Luchetti e dal candidato presidente Luca Ceriscioli, ieri Ninel Donini, aderente alla coalizione “Uniti per le Marche” ha illustrato all’ Hotel Corallo in Sassonia i termini della sua candidature alle prossime elezioni regionali.Ninel Donini non è nuova in politica, nota […]

Presentata dal segretario regionale di Italia dei Valori Ennio Coltrinari, sostenuta dal segretario provinciale Simone Luchetti e dal candidato presidente Luca Ceriscioli, ieri Ninel Donini, aderente alla coalizione “Uniti per le Marche” ha illustrato all’ Hotel Corallo in Sassonia i termini della sua candidature alle prossime elezioni regionali.
Ninel Donini non è nuova in politica, nota rappresentante dell’ entroterra (vive a Cagli) è stata assessore alla sanità nel consiglio provinciale di Pesaro e Urbino; quindi capogruppo in consiglio regionale del Pds nella legislatura 1995 – 2000; nel 2009 ha assunto il ruolo di coordinatrice regionale delle donne; si è cimentata nelle elezioni europee e nelle primarie; è quindi una donna dal passato importante che intende recitare ancora oggi una parte di primo piano nella politica regionale.
“La presenza delle donne nelle istituzioni – ha aggiunto Ceriscioli – è un valore aggiunto. Sono sicuro che esse avranno una vasta rappresentanza in Regione”. Al primo posto del suo programma, Donini ha posto la difesa del lavoro e l’ incremento della occupazione, soprattutto quella giovanile, dato che la Regione Marche evidenzia uno dei tassi più alti di giovani che non riescono ad entrare nel mondo del lavoro. Il suo interesse per la sanità, non è da meno: “Mi impegnerò – ha detto – per ottenere una forte riduzione delle liste di attesa e per una più equilibrata dislocazione delle strutture ospedaliere. Oggi tutto fa riferimento su Ancona, mentre i piccoli ospedali dell’ entroterra vengono lasciati morire; occorre dotare questi ultimi di pronto soccorso efficienti e reimpostare tutta la scelta sanitaria nel suo complesso, affinché gli abitanti dell’ entroterra abbiano le stesse opportunità di quelli della costa. Strettamente connessa all’ esigenza di un soccorso celere, ma anche alle necessità dell’ economia, è l’ opportunità di usufruire di una viabilità che faciliti i collegamenti tra i centri della regione, ma anche tra questi e le altre località del centro Italia e in questo – ha aggiunto – l’ ultimazione della E 78 costituisce un obiettivo strategico”.
Particolarmente portata per la difesa dell’ ambiente Donini ha osservato come la salubrità della costa dipende in gran parte da quello che accade nell’ entroterra. “La giacenza di un tronco sulla spiaggia di Fano è indice che il disastro si è già verificato”. Ecco perché la lotta all’ inquinamento e al dissesto idrogeologico, sono compiti primari a cui tutte le istituzioni, compresa la Regione, debbono concorrere. Da essi dipende anche lo sviluppo del turismo, per il quale l’ ambiente e la tutela del territorio costituiscono una risorsa primaria.
In difesa della cultura, Ninel Donini ha osservato come le potenzialità delle università marchigiane non siano state sfruttate a pieno. Esse sono centri di ricerca e una grande risorsa per lo sviluppo del territorio, ma non tutte sono messe sullo stesso piano. “Chi va ad Urbino oggi non ha tutte le opportunità e i servizi di chi va in Ancona.
Occorre studiare un nuovo programma di sviluppo, rispettando il policentrismo della regione. La Giunta Spacca ha coperto Fabriano di privilegi, dimenticando totalmente i piccoli centri della provincia di Pesaro e Urbino”.

Leave a Reply

— required *

— required *



Indirizzo Nazionale:
Via di Santa Maria in Via, 12 00187 - Roma

Telefono Nazionale
06-69923306

Email: info@italiadeivalori.it
Le nostre immagini
Ultimi Tweet
'footernav', 'container' => '')); ?>
Italia dei Valori - Marche | Tutti i diritti riservati ©